Livorno-Trento in Vespa

 

Il bello di viaggiare in vespa è il sentirsi libero, di prendere qualsiasi strada si voglia, si sbaglia, pazienza, ci rimettiamo nella giusta via.

Il giro che ho organizzato è andare fino a Rovereto provincia di Trento, che è dove ho prenotato l’hotel, il giorno successivo fare un giro tra i passi di montagna e tornare a casa il giorno dopo.

L’organizzazione del viaggio è stata una delle parti che più mi ha entusiasmato, il preparare la vespa ad hoc, il testarla di modo da esser sicuro che tutto vada bene.

Per prepararla, ho dovuto aprire più volte il motore per perfezionarlo, e poi l’ho testata andandoci a fare delle girate, come ad esempio, andare all’Abetone (Lucca), San Gimignano (Siena), tutti giri giornalieri da almeno 250km.

La preparazione è avvenuta anche da casa, seduto alla scrivania davanti al pc, con carta e penna per studiare il tragitta migliore, e nel frattempo ho trovato tramite Facebook, un ragazzo che partiva da Roma, per fare il solito giro, quindi ci siamo organizzati per incontrarci nel tragitto e fare la strada insieme.

Siamo partiti di prima mattina di venerdì, alle 5.20 in modo da arrivare prima a Rovereto e poter fare il primo tragitto con meno traffico in modo da scorrere meglio.

Ci siamo trovati a Pistoia e da li siamo andati insieme verso Rovereto, la prima pausa l’abbiamo fatta a Bologna, per fare colazione e per sgranchirci le gambe.

Siamo rimontati in sella direzione Modena per poi cambiar rotta verso Mantova, nel percorso abbiamo preso pure la pioggia nonostante fosse metà Luglio, la sfiga!

Abbiamo tirato dritto fino a Dolcé provincia di Trento, dove ci siamo fermati per pranzare, consiglio di passare da Dolcé con estrema calma in modo da poter buttare gli occhi sul panorama, restando nei limiti della sicurezza stradale.

Siamo arrivati a Rovereto e ci siamo divisi andando io nel mio hotel, mentre Marco è andato a prendere la sua fidanzata alla stazione.

Per cena io sono andato con altre persone a mangiare in riva al lago di Garda e Marco è andato con la sua fidanzata per una cena a lume di candela.

Dopo aver mangiato una buona pizza, siamo andati a fare un giro intorno al lago di Garda e siamo pure saliti per vederlo dall’alto.

Sono arrivato in hotel alle 00.30, il tempo di mettere il telefono e la action cam in carica, di prepararmi lo zaino per il giorno successivo e mi sono fiondato sul letto!

Annunci

12 commenti Aggiungi il tuo

  1. li2015 ha detto:

    Un modo meraviglioso di viaggiare! Per
    un po’ di anni l’ho fatto anche io, ora ci siamo fermati un po’ ma non vedo l’ora di ricominciare. Ciao 😊

    Piace a 2 people

    1. Mattia ha detto:

      È un modo stupendo, ti immergi ancor di piú nell’emozione del viaggio

      Piace a 1 persona

  2. Simone ha detto:

    bellissimo viaggiare in vespa (mi ricorda mio padre)
    arrivo da una mini vacanza a vattaro non molto lontano da rovereto, posti incantevoli
    complimenti per l’impresa mattia
    a presto

    Piace a 1 persona

    1. Mattia ha detto:

      È stata una bellissima esperienza, peccato per quel che è successo il secondo giorno (sullo stelvio in vespa), ma è stato il miglior mezzo con la quale ho viaggiato, molto meglio della comoditá e della velocitá dell’aereo

      Mi piace

      1. Simone ha detto:

        eh sì, hai visitato posti stupendi ma allo stesso tempo anche insidiosi, qualche anno fa ho affrontato con un mio amico il gavia in moto (lui guidava, io dietro) ci sono stati dei momenti in cui ho pensato che saremmo finiti per terra, per fortuna siamo arrivati in cima sani e salvi, ma è stata un’avventura notevole
        Buona giornata e buon viaggio mattia!

        Piace a 1 persona

      2. Mattia ha detto:

        Vero il Gavia fa paura! Buona giornata anche a te!! Grazie mille

        Piace a 1 persona

  3. amleta ha detto:

    Col mio mal di schiena itinerante non posso fare da zavorrina su nessun tipo di moto. Quindi decisamente non fa per me questo tipo di viaggio, anche se è particolare e si vede tanto di più. 😐

    Piace a 1 persona

    1. Mattia ha detto:

      A tal proposito mi sono attrezzato con fascia lombare di sostegno alla schiena, di modo che quando ti stanchi non stai gobbo, ma sempre eretto. Inoltre ho provveduto ad acquistare una sella, che sembra piú una poltrona, che una sella per una Vespa

      Mi piace

      1. amleta ha detto:

        Wow, caspita! tutte queste cose! Sì, io ho visto alcune moto americane che dietro hanno una specie di poltroncina, ma sono quasi delle macchine. Ma come mai non hai messo delle foto anche della vespa sistemata in questo modo?

        Piace a 1 persona

      2. Mattia ha detto:

        Aimè ho perso tutte le foto del viaggio, ne ho ritrovate solo ieri sera 3 o 4, che provvederò a mettere negli articoli modificandoli! Invece la foto della vespa posso farla in qualsiasi momento, e la renderò pubblica!!

        Piace a 1 persona

  4. almerighi ha detto:

    insomma, un’epica cavalcata

    Piace a 1 persona

    1. Mattia ha detto:

      Direi di si!! 1300km in 3 giorni

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...