Cinque terre in un giorno

Ebbene sí, ci facciamo tutte le Cinque terre in un giorno, utilizzando come mezzo di trasporto la macchina per arrivare ed il treno per spostarsi da un luogo ad un altro.

La prima delle Cinque Terre che visitiamo è Riomaggiore.

 

Dopo aver fatto un giro tra le strade di Riomaggiore, proviamo a prendere il sentiero che a piedi ci porta nella seconda terra: Manarola. Ma a causa del sentiero impraticabile, perché è crollato una parte di reggi mano lungo il sentiero e quindi considerato pericoloso, per arrivare alla mitica Manarola siam dovuto salire sul treno che passa ogni poco e che unisce tutti i paesi delle Cinque Terre.

Arriviamo dunque a Manarola, facciamo due passi nelle tipiche strade di quella che è un paese affacciato e concentrato sulla vita marina.

Ci facciamo in quattro per trovare il secondo sentiero, quello che unisce Manarola a Corniglia e con amarezza scopriamo che pure questo sentiero è chiuso già da molto tempo. Siamo dunque costretti a riprendere il treno per arrivare a Corniglia.

Corniglia è molto diversa da Riomaggiore e Manarola, poiché è situata in cima ad una collina e da qua è possibile vedere rivedere le prime due terre che abbiamo visitato, mentre Vernazza e Monterosso si nascondono dietro le terrazze di vigneti. Appena scesi dal treno, ad aspettarci è pronta una grande scalinata che ci porta su a Corniglia.

642

La fame sta salendo, facciamo un giro di ricognizione per vedere dove possiamo mangiare, ma niente che ci soddisfi, quindi scegliamo di andare a Vernazza e pranzare là, ma purtoppo anche il sentiero che unisce Corniglia a Vernazza è chiuso per mancanza di sicurezza. Per fortuna abbiamo fatto l’abbonamento giornaliero al treno!

Sfruttato al massimo.

Vernazza ci aspetta! e ci accoglie con questo affaccio sul mare.

655

A Vernazza ci fermiamo sulla spiaggia e pranziamo con un semplicissimo panino per rigenerarsi un po’. Ho sentito parlare di un sentiero che unisce Vernazza a l’ultima delle Cinque Terre, Monterosso. È un po’ impegnativo, ma abbiamo risparmiato l’energia per non aver fatto gli altri sentieri di collegamento!

Il sentiero è a pagamento, ma verrà ripagato a pieno il suo costo. Questa è la vista dal sentiero.

Il sentiero è solo di 3,5km ma il suo terreno accidentato e sconnesso fa si che per portare a termine il cammino, si impieghi in media 1h30′. A metà percorso, Francesca era stremata a causa del sole che picchiava forte sopra di noi e per il terreno che implica una concentrazione costante per evitare sgradevoli dolori alle caviglie.

Arrivati a Monterosso, ad accoglierci c’è una tranquilla spiaggia affacciata sul mare, dove non abbiamo esitato un attimo a sdraiarci e fare un breve bagno seguito da un dolce sonnellino!

675

E poi di nuovo indietro verso Riomaggiore per tornare alla macchina, fare un salto a La Spezia per mangiarci una pizza e poi fare ritorno al nostro albergo, B&B Acero Rosso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...